Intervista | Hyde Park Magazine – Novembre 2010

Intervista esclusiva di Alessandra Gianoglio in riferimento al volume Michael Jackson | L’Agnello al Macello, un lucido ed oggettivo resoconto sulla vita e la morte del Re del Pop. Alessandra Gianoglio e Gessica Puglielli sono state le prime in Italia a portare avanti la teoria del complotto dietro la morte della Pop Star, teoria poi ampiamente riconosciuta negli anni successivi dai media. Proprio per queste ragioni sono state ospiti anche del programma TV Mistero di Italia 1, in occasione di una puntata dedicata alla misteriosa e prematura morte del grande entertainer americano.

Ecco un estratto dell’intervista:

hyde parkSi perdoni la brutalità della domanda, ma anche sul patrimonio dell’artista corrono voci. Michael rende più da vivo o da morto?

(Alessandra) – Il motivo per cui è stato ucciso è questo: Michael vale più da morto che da vivo! Una settimana dopo la sua dipartita, gli scaffali dei negozi di musica erano già vuoti. MJ ha raggiunto così oltre il miliardo di copie vendute, una cifra astronomica e mai raggiunta nella storia della discografia.  È stato l’artista che ha venduto di più nel 2009. Il film documentario THIS IS IT è stato il più visto nella storia dei film musicali.  La sua morte ha prodotto un’enorme campagna pubblicitaria che si è autoalimentata a costi irrisori e con un ritorno economico da capogiro.  Certamente, se Michael Jackson fosse stato vivo, e avesse voluto montare su una campagna promozionale della stessa potenza e intensità emotiva che si è avuta con la sua improvvisa e misteriosa morte, avrebbe dovuto spendere un patrimonio.
Si è anche detto che Michael era finito sul lastrico, ma le cose non stanno esattamente così. Nel libro è spiegato molto bene: certamente non stava passando un periodo roseo, ma non è vero che era ridotto in miseria. Un artista del suo calibro, avrebbe potuto, tra un concerto, una produzione di cd contenente brani inediti, o con una qualsiasi altra trovata mediatica, risolvere i suoi “debiti” in un solo giorno. C’è molto di più dietro la sua morte annunciata! Esiste la tesi di un complotto che è iniziato nel 1993. Nel libro accompagniamo il lettore per mano nel caso Jackson, come già detto, con evidenze e prove concrete tali che il lettore stesso può verificare.

Leggi l’intervista completa qui: 

hide park-long

 

© 2014, Alessandra Gianoglio. Vietata la riproduzione anche parziale dei testi senza l’autorizzazione dell’autrice. Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *